Seleziona una pagina

Prendendo spunto da un bell’articolo di SUMO e riflettendo su uno degli errori che noto più volte sui siti che esamino per lavoro, è che spesso quello che manca è proprio un chiaro e univoco “invito all’azione” ovvero quello che nel gergo della Lead Generation viene chiamata “Call To Action”.

Prima di tutto chiariamo cos’è una call to action, che nel resto dell’articolo sintetizzo con l’acronimo CTA. Come ho appena scritto è un invito all’azione ovvero è una richiesta precisa che fai all’utente:

  • Iscriviti alla newsletter.
  • Scarica l’ebook.
  • Clicca qui.
  • Compra.
  • Acquista.
  • Leggi l’ebook.
  • Lascia la tua email.
  • Leggi l’articolo.
  • Lascia i tuoi dati.
  • Download.

Ecco alcuni esempi classici di CTA ovvero azioni che vorremmo che il nostro potenziale cliente, lettore o utente facesse quando incontra uno dei nostri contenuti online e non solo.

In linea di massima possiamo suddividere le CTA in 3 macro categorie:

  1. Spostamento dell’utente verso una pagina: ad esempio da una email verso un sito web oppure da un articolo del blog verso una landing page.
  2. Conversione di un utente: sono i classici tasti “invia”, “iscriviti”, “lascia i tuoi dati” ovvero i tasti di chiusura ed invio di un modulo dati.
  3. Trasformazione di un utente in un cliente: tutte quelle CTA che fanno procedere ad un acquisto diretto sul sito.

In quest’articolo ti mostro 10 CTA utilizzate in modo magistrale per spingere l’utente a finalizzare una determinata azione, in gergo diremmo “a convertirsi”.

(1) Drift

È una piattaforma che ti permette di implementare un sofisticato chatbot nel tuo sito. Hanno scelto una CTA immediata posizionata nella parte alta del sito che ti invita a lasciare subito la tua “email di business”.

drift chatbot

Come puoi vedere la CTA nel tasto blu è chiara: “guarda come apparirà Drift nel tuo sito”. La loro tecnica di Lead Generation è prendere la tua email e poi mostrarti il chatbot che ti chiede l’URL del tuo sito. La scritta subito sotto il box della CTA ti rassicura che è tutto molto semplice. In alto, invece, trovi quella che io chiamo la “promessa”, che è fondamentale per dare l’assist alla CTA e che in buona sostanza la ritrovi nella frase “Start more conversation with Drift” ovvero “avvia più conversazione con Drift”.

Il concetto è questo: “Vuoi avviare più conversazioni con i tuoi clienti? Dammi la tua email e guarda come appare il tuo sito con Drift”.

In questo modo vedi concretamente il tuo sito migliorato con il chatbot di Drift, anche dal punto di vista del neuromarketing è una mossa vincente.

(2) EhyTaco

Lo scopo di Ehi Taco è consolidare i componenti dei team permettendo loro di scambiarsi messaggi di lode. Cosa non solo carina ma che funziona, lo faccio fare anche al mio Team, ma di solito uso una semplice scatola e dei foglietti colorati! Tuttavia vediamo come usa la CTA nella sua homepage.

La CTA è costituita da un pulsante arancione che spicca bene sullo sfondo, i colori in contrasto sono molto importanti (ne ho parlato nella puntata del podcast “Psicologia dei colori: come usarla nel Marketing e nella tua comunicazione“). Anche in questo caso la CTA è chiara: “Aggiungi a Slack” (poiché si tratta di un potenziamento del software Slack).

Nota il solito passaggio: la promessa (costruisci un tema forte e felice), una spiegazione dei vantaggi e la CTA. Veloce, immediato, semplice.

Infine, sotto il box trovi un testo che richiama la psicologia del cosiddetto “consenso sociale” in cui ti rassicurano dicendoti che più di 4000 team, tra cui anche team che appartengono ad aziende prestigiose che fanno parte della lista Fortune 500, hanno scelto HeyTaco. Il consenso sociale è una forte leva psicologica che se ben usata può davvero fare la differenza in termini di aumento delle conversioni.

(3) Trello

Trello è un software di gestione delle attività davvero molto utile. Lo uso in agenzia e mi trovo molto bene. La sua CTA è geniale e tra un po’ ti dico perché.

Anche in questo caso il tasto spicca sullo sfondo in modo inequivocabile, poi nota il testo della CTA: “Sign Up – It’s Free!” ovvero “Iscriviti – È facile!”. In questo caso la CTA ti invita all’azione e (in modo tanto semplice quanto geniale) ti rassicura. Sfrutta questa cosa tutte le volte che puoi: vai, è facile!

(4) Witsia

Witsia offre un servizio di hosting per video, in passato l’ho usato anche io ed è molto professionale. Quello che è interessante è la scelta di una CTA meno invasiva, vediamo perché.

witsia

Prima di tutto il tasto della CTA è sempre molto evidente e con colori fortemente in contrasto con lo sfondo. Questo è un punto che devi sempre tenere in considerazione.

Il processo comunicativo è sempre lo stesso:

  • La promessa: “Buid your brand with binge-worthy content”.
  • L’approfondimento: “Software to help […]”.
  • La Call To Action.

Solo che questa volta non vengono richiesti subito i dati del visitatore ma viene invece mostrato un video che illustra i vantaggi del prodotto e i benefici per il potenziale cliente. Questa scelta è molto utile quando è necessario far comprendere subito e bene i vantaggi e i benefici prima di chiedere dati come nome, email e telefono. Una soluzione di questo tipo può aumentare il tasso di conversione.

(5) Everlane

Everlane è un ecommerce di abbigliamento, ti voglio mostrare due CTA, ecco la prima:

Questa è una pura tecnica di Lead Generation e fa leva sulle spese di spedizione: “La prima spedizione è gratis”, poi ti chiede una semplice email oppure, ancora più facile, puoi registrarti con Facebook o Google.

Ricorda: se hai un e-commerce la tua prima preoccupazione non è vendere ma prendere nominativi a cui vendere in un secondo momento. Più aumenta la tua lista, maggiori saranno le opportunità di vendita.

Anche in questo caso c’è una promessa (spedizione gratuita) e delle rassicurazioni sull’etica, la qualità, la trasparenza e tutto il resto. La CTA è netta e con colore in contrasto (nero su bianco).

Ora ti mostro la seconda, anche in questo caso netta, semplice e immediata:

“Shop Now”, semplice no? Ti mostro una categoria (le immagini cambiano) e un tasto con un’azione netta: “inizia lo shop ora”, cos’altro? Scegli sempre la cosa più semplice, meno complessa, più ovvia; ti assicuro che è quella che funzionerà di più!

(6) Netflix

Non c’è bisogno che presenti il servizio di streaming video – hai visto Mad Man? A me è piaciuto un sacco! – torniamo a noi e vediamo subito la sua CTA prima nella versione americana che, a mio avviso, è molto più elegante e poi in quella italiana.

“Guarda cosa c’è dopo”, questa promessa è più vicina ad un “sospeso” nel senso che puoi guardare tutta la tua serie TV preferita una puntata dopo l’altra: guarda cosa accade dopo, non sei costretto ad attendere una settimana per scoprire cosa accade. La promessa poi viene estesa in una rassicurazione: guarda la TV dove ti pare (anywhare) e cancella l’abbonamento in qualunque momento (senza obblighi di restarci dentro un anno intero). Quindi l’invito all’azione semplice e diretto: provalo ora.

Promessa >>> Rassicurazione >>> Invito all’azione.

Vediamo la versione italiana:

Netflix call to action

Il testo, da un punto di vista del Copywriting, a mio avviso, lascia un po’ a desiderare. A dire il vero, è scritto proprio male. Credo che non ci abbia lavorato un Copywriter italiano. La promessa dice che puoi provare il servizio usando una semplice carta di credito o di debito. Puoi vedere film, commedie ecc., quindi la CTA (precisa): “Prova gratis per 30 giorni”.

(7) Spotify

Spotify come Netflix non ha bisogno di presentazioni. La sua homepage è pulita, semplice ed immediata. Lavora su concetti evocativi usando “valori universali” che vanno a stimolare il cervello limbico del lettore.

“La musica è per tutti.” è un valore universale, come non essere d’accordo? Attiva quella parte del cervello sensibile alle emozioni e poi “Milioni di brani.” che prosegue con “Senza alcuna carta di credito” che risponde immediatamente all’obiezione “Sì, ma poi chissà quanto costa!” e finisce con la CTA “Scarica Spotify Free” che personalmente avrei tradotto, visto che siamo in Italia con “Scarica Spotify Gratis!”.

Quando hai un messaggio forte, quella che chiamo la “Big Idea”, allora non hai bisogno di tante parole, ti basta una frase (o poche frasi) ed una CTA netta che porti la persona a compiere l’azione desiderata.

(8) Unbounce

>>Questo dovresti leggerlo!<<

Ottimo software per fare landing page, ma non è questo il punto, guarda la l’immagine e la sua CTA, poi ti dico una cosa straordinaria.

Ormai hai capito: promessa “Convert more sales”, approfondimento, tasto della CTA che contrasta nettamente con lo sfondo, ma qui voglio che tu ponga attenzione al pronome: “my” infatti la CTA recita: “Start My Free Trial” che possiamo letteralmente tradurre come “Inizio la mia Prova Gratuita”.

Perché insisto sul pronome? Perché da quando Unbounce ha cambiato da “Start your free 30 day trial” a “Start my free 30 day trial” il CTR (click to rate) ovvero il tasso di clic sul tasto è aumentato del 90%!!! (fonte)

Le persone preferiscono pensare che sia una propria decisione e non una decisione suggerita da qualcuno: “Prendo il mio ebook” e non “Prendi il tuo ebook”. Da ricordare!

(9) Graze

Questo servizio ti permette (non in Italia) di acquistare box di spuntini salutari. Qual è l’aspetto positivo dal punto di vista della CTA?

È la costruzione dell’offerta che viene mostrata subito: “Il primo box a metà prezzo (normalmente £4.49)”, molto importante quando si fa un’offerta indicare il prezzo di partenza.

Quindi procede nella spiegazione dei vantaggi di uno snack nutriente e sano, poi ti dice delle 100 varietà (over 100 graze ideas) e infine la CTA che non è “Compra” o “Inizia lo Shop” o altre cose che fanno pensare che stai per spendere soldi, invece è un semplice “Inizia” su sfondo verde.

È una call to action poco impegnativa che ti invita a scoprire, a saperne di più, ad “iniziare il viaggio”. Questo è un buon suggerimento per spingere avanti le persone nel tuo processo di acquisto senza farle sentire nell’ansia di stare per comprare qualcosa.

(10) ClickFunnels

Un buon programma per chi si occupa di Lead Generation, ma non è questo il punto. A guardare la home di ClickFunnels si comprende bene che non sono sprovveduti e che hanno approfondito bene tutti gli studi sulla conversione di cui abbiamo parlato fino a ora; beh… è il loro lavoro, no?

A sinistra un video che mostra una presentazione del prodotto, ma non in modo convenzionale, sembra un video preso da un “dietro le quinte” di un momento di successo: gente che applaude durante un evento. Il video rappresenta la promessa, a destra un invito preciso a creare “il tuo account gratuito ora!” e la rassicurazione che ci metti meno di 60 secondi.

Guarda il tasto della CTA, cosa dice? “Start MY Free 14-Day Trial”, hai letto l’esempio n.8 di questo articolo? Se non lo avessi fatto, leggilo subito e capirai perché questi tizi di ClickFunnel hanno messo “my” e non “your” come fa la maggior parte di tutti gli altri. Altra cosa: come scrive Netflix, anche loro dicono che sì ci vuole la carta di credito ma che in qualunque momento possono cancellarsi; altra rassicurazione e tutto in pochissimo spazio.

Infine, colpo di genio, la frase: “Sei a un solo passo dal tuo successo” che ti spinge a creare il tuo “FREE ClickFunnels Account!”.

Ricapitolando

  • Cerca di essere sintetico.
  • Inizia sempre con una promessa forte (una Big Idea).
  • Procedi con una veloce spiegazione dei vantaggi e benefici.
  • Mostra una CTA chiara, univoca, forte.
  • Il tasto della CTA deve essere in netto contrasto cromatico con lo sfondo.
  • Usa il pronome “mio” tutte le volte che ti è possibile.
  • Osa di più nel testo della CTA, stimola il cervello limbico.
Share This